sabato 10 novembre 2012

Frutto di un amore proibito: Stephenyl...

E' sabato finalmente! Un po' di meritato riposo ci voleva! Posso dedicarmi a quello che più mi piace, anche se alla fine riuscirò a fare solo la metà di ciò che ho in mente.
Bene, il post di oggi riguarderà Stephenyl Karyl Akyonol, il Portavoce del Regno dell'Acqua, ritenuto un Elfo con qualche malformazione per gran parte del primo volume.
Stephenyl è il secondo personaggio che i quattro Principi conoscono, durante quella sera, nel bosco vicino casa. E' probabilmente la chiave di volta di tutta la storia, anche se inizialmente sembra soltanto l'addestratore di Christine.
Dietro di lui, si nascondono verità che hanno condotto alla guerra che sconvolge l'intera Sàkomar.
Stephenyl si presenta come un ragazzo di bellissimo aspetto, con i capelli corti e ramati, gli occhi di un azzurro mare, alto, muscoloso e agile. Ha le orecchie leggermente appuntite e a sinistra porta un orecchino a cerchietto.
Christine è immediatamente colpita da lui, ma prova a non cedere a quel sentimento che cresce ogni giorno di più durante la sua presenza a Sàkomar. Stephenyl prova le stesse identiche sensazioni nei confronti della Principessa, ma conosce le regole interne al Regno. Per tale motivo, il Portavoce risulterà tanto dolce, quanto scontroso nei confronti di Christine.
I due si erano già incontrati quando la ragazza era piccolissima ed era insieme al gemello, Alessandro, il giorno del rapimento da parte del Goblin.
Stephenyl sa leggere il pensiero, come tutti gli Elfi e gran parte delle creature di Sàkomar.
E' un ottimo spadaccino, ma un ancor migliore arciere.



E' il frutto di un amore proibito, ma non anticiperò di chi, perchè sono punti fondamentali del mio romanzo.
Caratterialmente Stephenyl è leale, fedele, buono d'animo, molto paziente con la testarda Christine, un vero e proprio principe delle favole. A volte un po' lunatico, ma essenzialmente a causa delle limitazioni e della necessità di proteggere la sua amata Principessa. Fisicamente, l'ho scritto già e lo ripeto, somiglia molto a Chris Evans. Mi ha fornito semplicemente l'ispirazione.


  


In lui chi è riflesso? Tante, troppe persone cui ho voluto davvero molto bene nell'arco della mia vita. Stephenyl riunisce forse tutti i loro aspetti positivi e anche qualcuno negativo.
Sono quasi convinta, romanticamente, di una cosa: la persona che amiamo, quella giusta, riunirà tutti gli aspetti che abbiamo adorato di quelle precedenti, possiede l'insieme delle qualità che ci hanno fatto innamorare dei predecessori. Per questo sarà quella giusta, quella di cui non si capirebbe mai il motivo della nostra attrazione. Come disse saggiamente Aquila di Autozam a Luce, nel cartone Una porta socchiusa ai confini del sole (Magic Knight Rayearth), "Se tu riuscissi a capire perché ti sei innamorata di qualcuno, allora vorrebbe dire che non è vero amore".

Nessun commento:

Posta un commento