domenica 3 febbraio 2013

Riflessioni della domenica mattina

Buona domenica! Vi siete riposati? Io sì! Adoro avvolgermi nelle coperte, mentre il sole fa capolino dalle tende e si sentono gli uccellini iniziare a cinguettare, quasi a voler anticipare una primavera che non è poi così lontana.
Oggi riflettevo, dopo un fatto che mi sta succedendo, e pensavo che i sentimenti sono davvero qualcosa di molto delicato, di tanto fragile. Ci vogliono magari anni per instaurare un rapporto di amicizia e lo si può rovinare solo in pochi minuti, con qualche stupida parola. E poi ci si domanda se quelle parole che hanno ferito covassero nel cuore dell'altra persona già da tempo, pronte a uscir fuori quando se ne fosse presentata l'occasione.



L'amore invece è questione ancora più complessa. Al giorno d'oggi poi, è una situazione tragica sia per le ragazze che per i ragazzi. Trovare qualcuno che abbia dei principi morali saldi e soprattutto normali, che non sia squilibrato mentale, che non si faccia problemi inutili, che ti accetti per quello che sei e che soprattutto dimostri anche intellettualmente gli anni che ha (più o meno... uno non è che cerca una persona che sia saggia tipo Confucio!), è davvero un'impresa ardua, talvolta impossibile.
Se poi senti dei discorsi basati solo su quanti soldi si hanno, se si è disponibili o no, e tutto il resto che non starò qui a specificare, ti cadono le braccia.
Per non parlare di quelli che quando trovano la presunta anima gemella, si scordano degli amici che ormai utilizzano solo come valvola di sfogo per i loro problemi...
Alla fine è così, l'essere umano oggi non ragiona con il cervello proprio, ma con quello altrui, con le idee che vanno di moda. Si eguagliano tutti, ma basti osservare il modo di vestirsi, quello di parlare, i gesti addirittura (le ragazze ad esempio hanno tutte la mania di toccarsi i capelli e metterli in maniera scompigliata perchè fa scena... e i ragazzi hanno il vizio di fumare e tra una tirata e l'altra di sputare a terra come tanti cammelli). Fa scena, fa moda e se non lo fai sei diverso, quindi da evitare.
In un mondo in cui si dà più importanza alle cose materiali, quanto spazio ci può essere per dei sentimenti?
Ho la "vaga" impressione che "amore", "amicizia", "affetto" siano diventate solo parole che hanno perso il significato originario. E' un processo che non so se ormai si fermerà. Tutti sono diventati cinici, disillusi, i sentimenti li chiamano "favole per bambini" e sono cretini quei pochi che ancora ci sperano.
Vedo solo un mondo in decadenza. E ripeto, ci vogliono anni per costruire qualcosa e pochi minuti per distruggerla. L'umanità ci ha impiegato secoli per acquistare dei valori e in pochi anni stiamo demolendo tutto.
Oggi è la mia giornata pessimista... auguro di nuovo buona domenica ai lettori. Svagatevi, non pensate troppo. Forse il segreto è davvero questo... e se trovate una persona come si deve, non la lasciate andare per nessun motivo al mondo, che sia vostra amica o sia la vostra anima gemella.



Nessun commento:

Posta un commento